Nel corso degli anni abbiamo raccolto ogni frase, appunto e poesia che i nostri clienti ci hanno dedicato con tanto affetto anche quelle di chi, purtroppo, non è più con noi... oggi, nel 2013 (FINALMENTE!!!) le abbiamo inserite sul sito.... molti di voi l'avranno già lette in quanto riportate nei nostri menù ma spero di aver fatto cosa gradita a tutti coloro che avevano espresso desiderio nel vederle trascritte!

GRAZIE A TUTTI I NOSTRI "SCRITTORI"!!!


Ai nostri clienti...

 

A tutti coloro che si son trovati ad entrare nel nostro locale per la prima volta e a tutti coloro che lo frequentano da anni come tradizione familiare dopo la visita al Santuario di San Gabriele....

 

per tutti voi, da più di 40 anni, siamo presenti per servirvi un pranzo semplice ma preparato con tutto il nostro amore utilizzando materie prime di qualità e preparando i nostri piatti con il pieno rispetto delle regole basi per la preparazione e la lavorazione delle stesse...

 

il nostro impegno è continuo affinchè possiamo migliorarci anche con i vostri consigli e le vostre richieste al fine di offrirvi sempre la qualità, il servizio e la nostra cortesia in un ambiente accogliente e ben pulito....

e da qualche anno ristrutturato!!! 

 

 

Lo staff "GRAN SASSO"

 

 


A lu Ristorante "Gran Sasso"...

 

    Nu gruppette di cicliste,

arrivate da tante lontane, 

pe' la debolezze,

avema 'ccote fame.

    Ariguardeme nu poche avante,

vedeme nu ristorante,

ristorante "Gran Sasso":

    appena seme 'ndrate

seme rimaste senza fiate:

avante all'ucchie na bella ragazze

tante cortese, che c'ha messe in imbarazze;

    era di tanta simpatie

preste seme 'ndrate in armonie,

    tante aggrazziate

ci presente na tavule apparecchiate,

    ci porte nu prime piatte

seme rimaste stupefatte,

    appresse lu seconde

era la fine de lu monne,

    nu vine spiciale

che a di sta' attente,

sennò ti se ne cale.

 

    Inzomme, era bon propri tutte:

da lu prime a lu furmaggie,

da lu vine a lu prisutte,

lu cafè nghi li dulcette,

tutte ere perfette!

    Mentre la ragazze,

'nghe tante fantasie,

ci teneve tutti in allegrie:

    N'amare, nu grappine,

a la salute di chilla signorine.

    A la fine tutti contente,

soddisfatte di lu trattamente,

sema riuscite nghe la promesse,

ca c'ariamme n'avote appressse.

 

 

 

(Poesia in dialetto chietino)

Francesco Medaglia, Chieti

Luglio 2001

 



Ristorante "Gran Sasso"

      A San Gabriele, terra teramana,

a frotte va la gente cristianache, dopo le funzioni e i sacri canti,

suol dar la caccia a buoni ristoranti.

      ce n'e'  piu' di uno  intorno alla largura

che il Santuraio abbraccia con premura

ma il Gran Sasso è, certo, l'ideale,

per essere efficiente ed ospitale.

      attratti dagli odori stuzzicanti,

che fan resuscitare persino i santi,

accorron gente d'ogni dove,

con tempo bello o quando piove.

     con la cucina tipica abruzzese, 

e' pronto a soddisfar le tue pretese,

ed accudirti sempre a meraviglia

uguale e meglio ancor che in famiglia.

      qui le specialita' son tali e tante,

da non potersi dire in questo istante,

e le pietanze sono si buone e rare 

che, altrove le dovrai sognare.

      ad apprestar portate da regnante,

che Alessia poi ti porge, trionfante,

son Paola con Il de, le due cuoche, 

di cui al mondo ci saran ben poche.

 

  A chi di carne è vero intenditore,

provvede Corradino ch'è il "migliore":

ti da, con qualità, la convenienza.

    Ma chi provvede a tutto l'occorrente,

per soddisfare al meglio la "sua" gente,

è Massimo D'Archivio, il sol maschietto,

che oltretutto è bello e molto schietto.

   Or se qualcuno vuol toccar con dito,

se quanto affermo è realtà o mito,

ben vada in questo luogo di ristoro,

che val, per certi versi, più dell'oro.

Vi tornerà, son certo, con gli amici,

portandoli quassù, persino in bici!!!

 

 

 

Con grande stima ed amicizia,

a ricordo di un giorno felice,

da Benigno Tedesco.

Atina (FR) Estate 2004

 

 

 

 





Abruzzo "forte e gentile"....

 

si è giunti nel luogo ed il primo pensiero 

è chiedere al Santo di vita il sentiero...

...e nel cuore s'imprime  il suo segno d'amore!

 

Ma al cuore si associa la pancia

che chiede alla mensa altrettanta baldanza.

 

ed al ristorante, chiamato" GRAN SASSO",

faccio veloce, col piede, il gran passo.

 

ed in questa "forza" di un pranzo "gentile"

servito al passante, che al santo è fedele,

che il "GRAN SASSO" s'unisce a SAN GABRIELE...

 

 

Prof. Alberto Annibale

L'Aquila, Aprile 2007

 


Seguiranno altre....